Lunedì, 28 Novembre 2011 13:19

il progetto di legge sul 22LR NON e' solo sul 22 LR

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

da un po' in giro si vocifera di un progetto di legge per il .22LR che risolverebbe i problemi dei tiratori UITS. in effetti detto progetto di legge ESISTE, e' dei deputati Ruggeri e Poli (UdC), e' stato presentato il 28/09/2011 ed attualmente (dal 18/10) e' in fase di esame alla camera. per i curiosoni, ve lo allego da leggere in PDF qui sotto.

MA, attenzione attenzione, NON E' solo per il .22LR, bensi' norma un mucchio di altre cosine, stile, ad esempio, COME SI DEVE PRESENTARE LA DENUNCIA DEI COLPI, dicendo che essi devono essere suddivisi SOLO tra colpi per arma lunga o corta.

il testo per intero ve lo copio qua sotto (son 3 articoli) ma date un'occhiata alla relazione di proposta ... non e' male da leggere :-D

PROPOSTA DI LEGGE Art. 1.

1. Possono essere tenuti in deposito o essere trasportati nel territorio dello Stato senza licenza, esplosivi della prima categoria in quantità non superiore a 5 chilogrammi di peso netto, artifici in quantità non superiore a 25 chilogrammi di peso lordo, escluso l'imballaggio, ovvero un numero di millecinquecento cartucce cariche in calibri per arma lunga, nonché duecento cartucce cariche in calibri per pistola o per rivoltella, e un numero illimitato di bossoli innescati, di inneschi e di micce di sicurezza. Le munizioni a percussione anulare si considerano munizioni per arma lunga detenibili nel numero di millecinquecento. Al fine di stabilire il quantitativo di polvere detenuto si applicano le disposizioni relative al gruppo A di cui al secondo comma dell'articolo 82 del regolamento di cui al   regio decreto 6 maggio 1940, n. 635 .  
2. La denuncia della detenzione dei prodotti esplodenti e delle munizioni di cui al comma 1 deve essere eseguita se la si protrae per oltre 72 ore dall'acquisto purché non si tratti di reintegro di quantitativi già denunciati. La denuncia delle munizioni deve indicare se si tratta di munizione in calibro per arma lunga o per arma corta; non è richiesta l'indicazione identificativa del calibro. 
3. Il Governo provvede, entro un mese dalla data di entrata in vigore della presente legge, ad apportare le modifiche necessarie al regolamento di cui al   regio decreto 6 maggio 1940, n. 635 .

Letto 2474 volte Ultima modifica il Lunedì, 28 Novembre 2011 13:30
Devi effettuare il login per inviare commenti