Domenica, 13 Marzo 2011 17:03

Che succede alla Fiocchi?

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ok, abbiamo appena avuto una pessima notizia: tranne fondi di magazzino o simili, dovremo pensare di sostituire la Rex Rossa con qualche altra polvere nelle nostre cartucce ricaricate.

La risposta ci dicono che vene dalla Fblu di Fiocchi, che sostituirà la Rex. pero' pero'...

Pero' la prima domanda che mi pongo e':

il motivo per cui la scelta della Rex era così invitante stava nel suo costo decisamente basso, che per i colpi da usare in allenamento era a dir poco perfetto.

ma ora si vocifera un prezzo della Fblu intorno ai 35/38 euro al Kg, contro i vecchi 25/28 della Rex. mi chiedo a questo punto se, ritarare le presse per ritararle una volta finite le scorte, non convenga cercare altre polveri.

Ovvio , io non sono un esperto di ricarica, ma mi sembrava di aver sentito ventilare prezzi similari per la PEFL18 di Baschieri e Pellagri (38 euro, ma l'ho vista segnalata su internet anche a 48) , mentre addirittura si trovano segnalazioni delle PEFL 26 e 28 (specifiche per il 9x21 secondo B&P) a 35 euro, il che le renderebbe più economiche della Fblu.

poi si sente in giro anche della Cheddite Granular S, Salsi l'ha provata per il .45 e sembra che funzioni egregiamente, e su armi magazine se ne parlava tempo fa come di un'ottima alternativa a un costo un pò più elevato. peccato che "un pò più elevato" erano 30/35 euro al kg.

insomma, siamo sicuri che la futura alternativa alla rex rossa debba essere proprio la Fblu? non ci conviene guardare in giro se ci sono polveri migliori a prezzi se non più accettabili quantomeno comparabili?

seconda domanda che mi pongo:

certamente considero preferibile quando posso acquistare prodotti italiani rispetto a prodotti esteri, sempre poi che gli "italiani" non mi facciano girare le balle, nel qual caso il famoso "voto col portafoglio" lo faccio spesso e volentieri (fatevi un giretto sul sito FIAS e potreste trovare alcune motivazioni in merito).

il problema e' come dovremmo reagire però quando vengono fuori "voci" di un trasferimento in svizzera dell'intera produzione della Fiocchi perche' , cito dall'articolo http://www.infoinsubria.com/2011/03/la-fiocchi-munizioni-investe-in-svizzera/ , " per Stefano Fiocchi, è semplice: l’Italia è un paese in declino mentre la Svizzera offre condizioni quadro ideali e sgravi fiscali molto interessanti. Inoltre, nella Svizzera meridionale, si parla italiano e il nuovo insediamento industriale non sarebbe troppo lontano dalla sede principale di Lecco. "

Ora, posso anche capire il Sig. Stefano Fiocchi, per l'amor di dio... ma ad oggi quasi tutti i bossoli che ho acquistato erano targati GFL .

e' il caso che mi chieda se non conviene rivolgersi a un altro fornitore? perche' se dall'italia se ne va la fiocchi, non so chi resti a fare mnizioni e bossoli 9x21, visto che la B&P sembra faccia solo roba per canna liscia. ma se la fiocchi diventa svizzera, cosa dovrebbe convincermi a non andare a cercarmi i prezzi di altri produttori, stile lapua o starline (100 bossoli nuovi 9x21 fiocchi costano 17,51 €, gli starline a 17 €. non ho trovato i lapua, ma il 9x19 costa 26 euro... e Lapua e' Lapua).

 

insomma, se dobbiamo cambiare abitudini di ricarica, io rivaluto il ruolo di Fiocchi nei miei acquisti.

può darsi che alla fine convenga, come può darsi di no, ma non darò per scontato che sia la scelta "giusta"

Letto 6914 volte

1 commento

  • Link al commento andrea salsi Mercoledì, 13 Aprile 2011 13:39 inviato da andrea salsi

    Non siamo così pessimisti.
    All'EXA 2011 la Fiocchi ha detto che lo stabilimento Svizzero servirà sopratutto per soddisfare le esigenze dei clienti stranieri, dato che producendo in Italia e dovendo aspettare 6-9 mesi per le autorizzazioni all'esportazione, impediva di consegnare i loro prodotti in tempi "umani" ai clienti di tutto il mondo... speriamo

Devi effettuare il login per inviare commenti